Studio Legale Associato Mandorlo Marini Spagnoli
Studio Legale Associato Mandorlo Marini Spagnoli

Per il computo delle imposte dovute, si può utilizzare la tabella riepilogativa sottostante, aggiornata con le recenti disposizioni che hanno introdotto delle modifiche con decorrenza dal 01/01/2014.

 

Acquisto soggetto ad imposta di registro:

  • imposta di registro del 2%;

  • imposta ipotecaria fissa di € 50,00;

  • imposta catastale fissa di € 50,00.

 

Ove l’immobile sia registrato al catasto come immobile di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9) l’imposta di registro ha un valore del 9%.

 

Acquisto soggetto ad IVA:

  • IVA del 4%;

  • imposta di registro fissa di € 200,00;

  • imposta ipotecaria fissa di € 200,00;

  • imposta catastale fissa di € 200,00.

 

Le pertinenze della prima casa, se dotate di una propria iscrizione al Catasto urbano e di una propria rendita catastale, fruiscono anch'esse delle medesime agevolazioni, con il limite di una pertinenza per ogni categoria.

Si può pertanto, agevolare l’acquisto di:

  • box o posto auto (categoria catastale C/6);

  • tettoia ( categoria catastale C/7);

  • cantina (categoria catastale C/2).

 

Può usufruire delle agevolazioni chi:

  • non possegga, nello stesso Comune, altro immobile idoneo ad essere adibito ad abitazione, neppure in comunione con il coniuge;

  • non sia titolare di diritti di uso, usufrutto, abitazione su altro immobile nel medesimo Comune;

  • non sia titolare, interamente o per quote, di altro immobile su tutto il territorio nazionale, per il quale abbia già fruito delle agevolazioni ;

  • l’immobile si trovi nel Comune in cui l’acquirente ha stabilito o stabilirà la propria residenza entro 18 mesi dall’acquisto, o nel quale svolge la propria attività;

  • l’immobile acquistato non sia considerato “di lusso”.

Tali condizioni devono sussistere tutte al momento dell’acquisto.

L’assenza di una delle condizioni sopra elencate fa venire meno il diritto alle agevolazioni fiscali, e determina l’applicazione delle imposte ordinarie, con una sanzione pari al 30 % dell’importo non pagato (per tale infrazione è tuttavia ammesso il “ravvedimento operoso”, con conseguente risparmio sulle sanzioni).

Anche la cessione dell’immobile entro 5 anni dall’acquisto costituisce causa di decadenza dal beneficio, se l’acquirente non provvede, entro un anno, a riacquistare un altro immobile destinato a casa di abitazione.

 

Se, invece, non è possibile godere delle agevolazioni prima casa l'acquisto è soggetto alle seguenti imposte:

 

Acquisto soggetto ad imposta di registro:

  • imposta di registro del 9%;

  • imposta ipotecaria fissa di € 50,00;

  • imposta catastale fissa di € 50,00.

 

Acquisto soggetto ad IVA:

  • IVA del 10% o del 22% in caso di immobile di lusso;

  • imposta di registro fissa di € 200,00;

  • imposta ipotecaria fissa di € 200,00.

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
Studio Legale Associato Mandorlo Marini Spagnoli | Via Gaetano Donizetti, 20 - 00198 Roma | Partita IVA: 08646641004